sabato 10 settembre 2011

.Screw Up, Babe.

Mi sono tirata due schiaffi per rimettermi in sesto, perché chiudermi con paranoie su paranoie non serve ad un emerito nulla. Così pensavo lunedì, martedì, mercoledì. Giovedì prima oscillazione, ma non do peso, non m'importa, davvero, non m'importa
E ieri sera nuovamente crisi, nuovamente seghe su seghe mentali in atto che non mi lasciavano respirare. E mi sono sentita una fottuta idiota, soprattutto dopo lo scorso venerdì, dopo che lui mi aveva lasciata piangere abbracciandomi, dopo la mia scenata isterica e la sua faccia paralizzata, perché "non credeva che io pensassi tutte quelle cose su me stessa"
I suoi "Io sto male a vederti stare male", "Voglio vederti serena" ed altre frasi mi hanno colpito come pugni, perché mi hanno fatto rendere conto di quanto io sia egoista a mettere sempre i miei problemi di mezzo, a cercare sempre quel qualcosa che non va affatto bene. E lui sopporta, testardo e per nulla deciso a mollare la presa -Perché poi? Non valgo così tanto-. 
Lui "vuole farmi stare bene". 

Così stavo crollando di nuovo ieri, stavo andando di nuovo a nascondermi da qualche parte per piangere e tirare pugni, ma ho resistito. Mi ha guardata, e allora ho resistito, cercando di farmi passare i soliti pensieri malati. 


Ma non sono così forte, e so già che prima o poi manderò tutto a fanculo, come solo io so fare.










2 commenti:

  1. Ieri ho avuto una situazione analoga.
    Forse non siamo egoiste,non lo facciamo apposta,non ce ne rendiamo conto,non è per male che agiamo in questa maniera,nonostante le persone cerchino di starci vicino e di farci stare meglio la situazione non cambia,perchè è un problema interno a noi,non esterno...
    Ti comprendo e ti sono vicina.

    RispondiElimina
  2. ti seguo e ti abbraccio fortissimo

    RispondiElimina